DNS e Proxy Manager

Oplon DNS e Proxy Manager è il nuovissimo ed innovativo prodotto che consente di impostare dinamicamente le associazioni nome indirizzi sul DNS verificando costantemente la raggiungibilità e operatività dei servizi applicativi.

Oplon DNS e Proxy Manager permette di mantenere costantemente aggiornati in maniera autonoma più nodi DNS per avere sempre a disposizione la più attuale immagine della topologia dello stato della rete e dei servizi ad essa associati.

Alta affidabilità

Oplon DNS Manager rende possibile la realizzazione di infrastrutture di alta affidabilità, Business Continuity e Disaster Recovery in maniera semplice quanto efficace .

Oplon DNS Manager è anche il giusto complemento a Oplon ADC Enterprise HA potendo gestire diversi indirizzi in RoundRobin in maniera dinamica presentando ai client l’effettiva disponibilità di instradamento. Questa soluzione è un’alternativa valida dove non sia previsto l’utilizzo di Firewall con caratteristiche di RoundRobin.

Oplon DNS Manager è rilasciato per cooperare con il DNS BIND (https://www.isc.org/) e MS DNS che forniscono i servizi di DNS.

Oplon DNS Manager trova innumerevoli applicazioni in ambito infrastrutturale. Tra queste lo scenario di Disaster Recovery è senza dubbio la più rappresentativa. Tra le molteplici operazioni che devono essere eseguite per conseguire lo spostamento dei servizi da un sito ad un altro sicuramente l’adeguamento dell’accoppiata nome indirizzi è tra i più critici. Oplon DNS Manager gestisce in completa autonomia questa fase evitando nel contempo sia errori umani sia errori ingenerati da possibili negative-cache dei client (negative-cache prevention).

Oplon DNS Manager verificando costantemente la disponibilità applicativa nei siti indicati è in grado di impostare il DNS automaticamente al verificarsi di cambiamenti di stato. A solo scopo di esempio di seguito uno scenario con due siti dove in caso di necessità il sito “secondario” deve essere messo a disposizione dei client nel momento in cui i servizi applicativi risultino attivati e pronti per l’erogazione.

Lo stato iniziale prevede due DNS, uno per sito. Nell’immagine a lato Oplon DNS Manager rileva l’attività presente nel sito principale. Entrambi i DNS ad un dnslookup risponderanno con l’indirizzo dove è stata rilevata la disponibilità di erogazione dei servizi.

Le istanze Oplon DNS Manager, sia nel sito principale sia nel sito secondario, continueranno costantemente a verificare l’attività dei servizi applicativi fino al verificarsi di un cambiamento. Al failure del sito principale Oplon DNS Manager constatando l’avvenuto cambiamento di stato provvederà ad eseguire un aggiornamento delle zone e relativi namespace del DNS.

Questa situazione permane fino al momento in cui uno dei due indirizzi e relative applicazioni, risulteranno nuovamente attivi. In quel momento Oplon DNS Manager rilevando l’attività e quindi un ulteriore cambiamento di stato modificherà dinamicamente le zone del proprio DNS associando il nuovo indirizzo.Ad un dnslookup la risposta risulterà modificata con il nuovo indirizzo senza alcun intervento.