E-Commerce: strategie e investimenti per la vendita online

Il boom delle piattaforme E-Commerce e il successo della vendita online riscontrabile in questi tempi di emergenza COVID non è altro che un’accelerazione di processi che erano già in corso.

La forzata permanenza a casa di miliardi di persone ha determinato un aumento del 30% delle vendite online con una crescita straordinaria di tutto il comparto, logistica compresa.

Questo modello ampiamente sperimentato PRE-COVID sarà la normalità anche dopo l’emergenza. Non si potrà più tornare indietro perché il mondo ormai è cambiato.

Per adeguarsi alla nuova realtà sarà sicuramente opportuno rivedere i propri modelli di business e adeguare gli investimenti agli scenari attuali.

Se il mondo degli E-Commerce e la vendita online saranno la strada da intraprendere, quali sono le scelte e gli investimenti che deve affrontare le aziende per strutturarsi su questo fronte?

E-Commerce e negozio fisico: analogie

  1. Locazione dell’attività
  2. Ampiezza dei locali e disponibilità di parcheggi
  3. Allestimento dell’attività
  4. Pubblicizzazione dell’attività
  5. Vicinanza al cliente

Se prendiamo questa lista di attività non possiamo non notare che ognuna porta con sé delle considerazioni frutto di un compromesso tra capacità di investimento e risultato atteso. Esattamente come mondo virtuale.

Se facciamo una similitudine, le strategie e gli investimenti da affrontare con una attività tradizionale sono in molti casi sovrapponibili a quelli di una realtà virtuale. Analizziamo i punti facendo delle analogie.

  1. La locazione dell’attività è importantissima perché riguarda in buona sostanza la visibilità. Questo, in termini virtuali, si chiama posizionamento nei motori di ricerca, quello che in termini tecnici ricade sull’acronimo SEO (Search Engine Optimization). Questo vuol dire che, digitando su Google, Bing o altri motori di ricerca un articolo che si vuole acquistare, il nostro negozio apparirà tra i primi risultati.
    Il posizionamento sui motori di ricerca ovviamente ha un costo, esattamente come per una locazione fisica, una buona progettazione del sito e dell’esposizione degli articoli, aiutata da un investimento pubblicitario, fa la differenza dal non apparire all’apparire.
  2. L’ampiezza dei locali e la disponibilità dei parcheggi è un equivalente dell’investimento che farò sull’infrastruttura di Information Technology. Cioè la capacità di servire contemporaneamente la mia clientela e di farla camminare tra i corridoi dei miei scaffali espositori con il maggior agio e velocità possibile.In termini virtuali significa la capacità di calcolo, velocità della rete che viene garantita per supportare il traffico e le componenti software di base da approntare.A questo riguardo, proprio come in una attività tradizionale, dovrò calibrare la mia capacità di investimento che può variare da un’adesione alle piattaforme già disponibili, Amazon, ePrice, eBay, Subito, AliExpress al creare il proprio sito di e-commerce utilizzando piattaforme già disponibili come Aruba, Wix, Shopify, etc.Se però la mia attività è già fortemente evoluta avrò la necessità di adeguare la vendita online con un approccio strutturato e quindi dotandomi di apparecchiature e strumenti adeguati.
    L’infrastruttura di base per un sito di e-commerce è composta dai seguenti strumenti:

    • Abilitatori
    • Strumenti di sicurezza
    • Strumenti di bilanciamento e instradamento del traffico dati
    • Web Application Server

    e-commerce infrastructure

  3. Come nel mondo reale anche nel virtuale la presentazione delle merci e quindi l’allestimento del negozio, è importantissima. Gli strumenti per creare il nostro negozio, che nel mondo tradizionale sono gli espositori, prendono il nome di Content Management System (CMS) (Shopping Cart Software), e sono le fondamenta dove costruire il proprio negozio. Per valutare il CMS adeguato alle proprie esigenze si può verificare direttamente in Internet su un motore di ricerca cercando ‘cms ecommerce’ e si scoprirà un mondo. L’approccio migliore nella scelta del CMS è affidarsi ad una Web Agency e sarà lei stessa a consigliare il CMS in base alle conoscenze sviluppate su uno o l’altro CMS e in base alle necessità e capacità di spesa di investimento.
  4. Pubblicizzare la propria attività, è un altro tema importante, come le insegne luminose, i cartelli stradali, le pubblicazioni su giornali e riviste nel mondo tradizionale, il mondo virtuale ha i sui canali, e vi stupirete quanto più efficaci questi siano rispetto a quanto può fare un’insegna luminosa. Facebook, Linkedin, Instagram ed i social in generale sono l’equivalente delle insegne luminose. Il lavoro dei social è catalogare gruppi di persone in base alle loro preferenze, propensioni, hobby per poi essere l’obiettivo di campagne marketing e di informazione. Il tema sempre più discusso della “Machine Learning” non è altro che la capacità delle piattaforme pubblicitarie di raccogliere dati e predire i comportamenti futuri degli utenti, fornendo loro un prodotto o servizio proprio nel momento in cui lo stanno cercando.
  5. Un punto fondamentale nella vendita è la vicinanza al cliente. Ricordiamoci che il ciclo di vita di un oggetto termina non all’atto della vendita ma quando l’oggetto termina il suo scopo. I servizi pre-vendita e post-vendita sono importantissimi sia sul mondo tradizionale ma soprattutto nel mondo virtuale. Se nel mondo reale la possibilità di interagire direttamente con una persona ci conforta, nel mondo virtuale questo conforto non può mancare. Come fare? Innanzitutto descrivendo bene nel proprio sito i riferimenti, telefonici, indirizzi fisici o fiscali, indirizzi email a cui porre domande, Web Form di richiesta di supporto semplici e rintracciabili. Quindi la velocità nel rispondere e la competenza nella risposta o eventualmente, nel caso di problemi, la capacità di farsi carico del problema del cliente.A questo scopo uno strumento straordinario è il Chat Bot! È l’equivalente del commesso che, vedendovi girare tra gli scaffali, si avvicina con discrezione e vi chiede se può essere utile nella scelta o nella ricerca che state effettuando (Chatbot). Questi strumenti sono indispensabili in un E-Commerce e creano la sintonia con il cliente che sta scorrendo le pagine alla ricerca dell’oggetto o dell’informazione.

Mondo tradizionale, mondo virtuale quali le differenze allora?

Nessuna, la cura del cliente deve rimanere il primo obiettivo! La differenza è solo nel luogo in cui si svolge la vendita. Ovviamente nel mondo online abbiamo un vantaggio notevole: se prima il negozio poteva essere raggiunto solo dai limitrofi, con l’E-Commerce non ci sono confini.

Cosa possiamo fare assieme?

Semplificare è sempre stata la nostra missione. Il sistema LBL Application Delivery Controller (LBL ADC) è in grado di condensare in un unico oggetto il sistema di sicurezza, il bilanciatore di carico, un reverse-proxy e contemporaneamente mitigare gli attacchi informatici.

Super Oplon Cloud (Super Oplon Cloud) è una infrastruttura già pronta per poter installare i propri sistemi di e-commerce in assoluta sicurezza. In Super Oplon Cloud trovi il massimo dello stack completamente installato e pronto ad ospitare e proteggere il tuo CMS con la sicurezza dell’intelligenza artificiale che analizza il traffico, scopre e difende i tuoi i dati dei tuoi clienti.
e-commerce infrastructure con oplon

Se hai già la tua infrastruttura e vuoi ottimizzarla rendendola più semplice e con strumenti più moderni del firewall, la soluzione LBL Application Delivery Controller, assieme alla suite di sicurezza LBL Web Application Firewall (LBL WAF), è velocemente installabile anche nel tuo datacenter o nel tuo cloud. In pochissimo tempo puoi utilizzare le tue applicazioni con livelli di servizio e sicurezza allineati ai top di gamma senza toccare il preesistente.

LBL Application Delivery Controller e LBL Web Application Firewall sono abilitanti alla certificazione PCI (www.pcisecuritystandards.org) con il potente LBL File Integrity Monitoring che salvaguarda i tuoi contenuti.

Sei interessato alle nostre soluzioni?