Oplon Application Delivery Controller: sicurezza e affidabilità senza compromessi

16-03-2021 | 2 min di lettura

Un'azienda strutturata non può più fare a meno di garanzie sulla sicurezza, sulle prestazioni e sull'affidabilità dei sistemi che utilizza.

Quando si cerca la massima affidabilità, senza nessun compromesso, esiste una sola via di uscita, ovvero Application Delivery Controller (ADC).

Questo strumento permette infatti di rendere affidabili, misurabili e sicuri i servizi web normalmente utilizzati via internet.

Quali sono i vantaggi dell'Application Delivery Controller?

Prima di capire come funziona questa soluzione, è bene inquadrare le situazioni tipiche in cui può dare il massimo risultato.

L'Application Delivery Controller permette alle organizzazioni strutturate di proteggere e rendere affidabili i servizi internet che devono essere attivi 24 ore su 24, tutti i giorni dell'anno.

Insomma l'ADC è un miracolo dell'informatica che rende possibile l'utilizzo di un servizio senza dover preventivare sospensioni o guasti che potrebbero impattare pesantemente sull'operatività e sulla produttività del team aziendale coinvolto.

Le caratteristiche di base dell'ADC prevedono quindi di rendere realmente affidabili i servizi, misurare le prestazioni degli stessi e per ultimo, ma non meno importante, garantire la sicurezza durante tutto il periodo di utilizzo.

Quali sono gli stakeholder principali?

Proviamo ad immaginare uno scenario ideale.

Al primo posto troviamo l'utente, ovvero l'operatore di qualsiasi livello di un'azienda che si deve servire di un qualche servizio specifico. Questo primo attore potremmo visivamente posizionarlo tutto a sinistra.

Al secondo posto abbiamo invece il servizio che dev'essere utilizzato. Ovviamente si tratta di qualche soluzione web solitamente in cloud che per quanto sia ottimizzata è soggetta a malfunzionamenti per diverse potenziali problematiche. Questa seconda parte in causa la posizioniamo visivamente tutta a destra.

A questo punto, come terza pedina, compare proprio l'Application Delivery Controller che sbaragliando il campo si posiziona nel mezzo. In questo modo si frappone tra l'utente e il servizio prendendo di fatto in mano le redini della partita.

In questo modo l'utente non dovrà più preoccuparsi di capire se il servizio garantisce affidabilità e sicurezza perché sarà un compito portato a termine direttamente dall'ADC.

Questa sua posizione "centrale", gli permette di scegliere il servizio più disponibile al momento della richiesta ed eventualmente optare per soluzioni alternative ausiliarie in caso di indisponibilità del servizio primario.

Quali sono gli ambienti che traggono i maggiori benefici dall'ADC?

Gli ambienti che oggi possono avere dei benefici importanti nell'utilizzo dell'Application Delivery Controller sono tanti e coprono una vasta gamma di situazioni.

Ci sono ad esempio gli ambienti "on premises" ovvero quei sistemi dove i servizi vengono installati in datacenter e spesso direttamente in azienda.

Oppure gli ambienti "cloud" dove invece si parla più frequentemente di SaaS ovvero di software utilizzato come un servizio e di conseguenza fatto risiedere da qualche parte nella rete internet.

I servizi gestibili con l'Application Delivery Controller sono ad esempio le funzionalità di reverse proxy, la gestione dei certificati digitali, la gestione dei livelli di sicurezza SSL/TLS, le operazioni a garanzia della business continuity e del disaster recovery, l'analisi del traffico e tanti altri.

In definitiva dove servono sicurezza, prestazioni elevate e affidabilità ai massimi livelli, le potenzialità dell'ADC Oplon diventano una soluzione imprescindibile.