Traffic Monetizer per rendere affidabile la correlazione di eventi

01-06-2021 | 2 min di lettura

Immagina un sistema di tracciamento del traffico dati in grado di verificare, sia in tempo reale che a posteriori, errori e anomalie consentendo di individuare in brevissimo tempo punti di correzione e miglioramento. Ecco, un sistema del genere non serve immaginarlo perché esiste già e si chiama Oplon Traffic Monetizer.

Ma andiamo con ordine e vediamo come funzionano i servizi applicativi. La loro erogazione infatti è sempre più articolata e prevede un numero maggiore di altri servizi che concorrono tutti insieme alla formazione del servizio finale che viene presentato sul nostro browser. Questa tendenza è stata confermata se non addirittura accresciuta dalla diffusione di tecnologie a microservizi, come Docker e Container che rendono più apprezzabili questo tipo di architetture.

Se da un lato questa tecnologia comporta vantaggi indiscussi, da un altro punto di osservazione viene subito a galla la criticità maggiore che può generarsi: il mancato funzionamento anche di uno solo tra questi microservizi può essere terribilmente impattante ed estremamente difficile da individuare.

Per fare un esempio pratico è sufficiente pensare ad uno scenario sempre più diffuso: l'accesso ad un'area riservata per verificare il saldo economico di un conto. Se uno dei sottoservizi che compongono questa funzionalità viene meno, l'utente vedrà un valore errato con le conseguenze che tutti possiamo facilmente immaginare.

Ovviamente questo tipo di visione è molto semplificata perché nella realtà ci sono svariate implicazioni e correlazioni date da processi di autenticazione e autorizzazione. Va da sé che riuscire a risalire alla causa del problema rischia di diventare complicato, richiedendo dei tempi molto lunghi, il più delle volte incompatibili con la natura del servizio che invece deve permettere una fruizione rapida e continua.

Oplon Traffic Monetizer per il tracciamento del traffico

Oplon Traffic Monetizer è nato proprio per risolvere situazioni spinose dove il tracciamento del traffico dati permette l'individuazione in brevissimo tempo dei punti di miglioramento. Gestire servizi, oggi, significa industrializzare i processi, ovvero garantire alti standard di qualità in maniera continuativa. La chiave di volta per riuscire nell'impresa è correlare correttamente gli eventi con un monitoraggio costante.

Per capire se un servizio vanta standard qualitativi di tipo industriale è necessario valutare tre diversi step: misurazione, livello di affidabilità e sicurezza.

La misurazione è indispensabile perché permette di migliorare a cascata tutti gli aspetti legati all'affidabilità e alla sicurezza. Tutto ciò è reso possibile grazie alla rilevazione dei punti di inefficienza suggerendo i cambiamenti da apportare per avere servizi performanti senza perdere il controllo dei costi. I parametri che vengono monitorati includono le prestazioni dei servizi, il rispetto dei Service Level Agreement, i consumi di risorse per il calcolo dei costi e l'utilizzo dei servizi per la fatturazione.

Offrire servizi innovativi, garantire solidità, affidabilità e sicurezza senza perdere di vista i costi è la sfida che oggi vede impegnate tutte le aziende. Per questo possiamo parlare di Capacity Planning, un termine ripreso dall'industria classica, ma che oggi diventa un elemento fondamentale per tutti i responsabili IT.

Qualsiasi reparto produttivo deve ottenere un efficientamento dei servizi e il mantenimento di alti standard qualitativi: una sfida dove Oplon garantisce un netto vantaggio competitivo.

Contattaci per maggiori informazioni!